Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_rabat

Concerto “DA CHE SUD È SUD” di Eugenio BENNATO

Data:

07/03/2018


Concerto “DA CHE SUD È SUD” di Eugenio BENNATO

In “DA CHE SUD È SUD” Eugenio ritrova l’energia degli anni recentemente vissuti e la presenza di compagni di viaggio che testimoniano e arricchiscono il senso musicale del racconto, dall’inconfondibile e maestosa vocalità di Pietra Montecorvino, alla vocina tenue della figlia Eugenia, che cresce e si trasforma mentre scrive queste canzoni, al timbro ruvido e sensuale di Sonia, che balla la taranta e viaggia con lui da dieci anni, all’accento di Giorgia, madre brasiliana e padre napoletano, all’inglese di Francesca Del Duca, che vive in America e suona le percussioni e del figlio di Eugenio, Fulvio, che vive in Australia e suona la chitarra e scrive canzoni nel deserto, all’arabo classico e moderno di Mohammed che viene dal Marocco e di Marwan che viene dalla Siria e attraverso la Tunisia arriva in Italia.

Per la parte strumentale, che corrisponde ad una fuga in avanti rispetto al punto di partenza, che è il sud di Bennato con le sue sonorità e le sue regole armoniche, semplici e circolari, si è avvalso della creatività di Stefano (Mujura) e di Ezio, oltre ad Erasmo ed Angelo, che lo seguono da anni.

Taranta Power è la sottolineatura di un momento creativo che si sta svolgendo intensamente nei dintorni dell’anno 2000. La leggenda della taranta libera ancora oggi energia, e spinge al ballo nuove generazioni del sud e del nord, e il passo della tarantella conduce musicisti, artigiani, pittori, scrittori verso sentieri mai percorsi, dove si ritrovano i segni e i volti di una storia millenaria, e nello stesso tempo le pulsazioni di un presente che riguarda soprattutto il confronto e il contatto fra i popoli.

La Taranta è allora uno strumento di comunicazione, è un segno artistico tipicamente italiano che rappresenta naturalmente in tutto il mondo la nostra origine e la nostra cultura, una sintesi spettacolare rappresentativa della nostra storia e della nostre leggende. E questo percorso è maturo per allargarsi ad un confronto con le altre culture limitrofe e a collocare la musica popolare italiana al centro dell’area del Mediterraneo con uno scambio creativo con i ritmi e gli strumenti di tutti i paesi mediterranei, dal Marocco all’Algeria alla Spagna al Libano alla Grecia alla Turchia."

Eugenio Bennato fonda negli anni Settanta la Nuova Compagnia di Canto Popolare, il primo e più importante gruppo di ricerca etnica e revival della musica popolare dell'Italia del Sud che realizza tournée di grande successo in tutto il mondo.

Nel 1976 fonda con Carlo D’Angiò MUSICANOVA e realizza numerosi LP di successo. Nel 1998 fonda con la collaborazione di Silvia Coarelli, il movimento "Taranta Power" che, sulla scia di uno straordinario rinnovato interesse del grosso pubblico giovanile per il ritmo della taranta rituale, propone nuove strade di creatività artistica e segna una frattura con il passato modo d’intendere la musica popolare in Italia.

La tournée internazionale Taranta Power di Eugenio parte nel 1999 e raggiunge ogni angolo del mondo. Nel Giugno del 2002 con il disco e la tournée “Che il Mediterraneo sia “, allarga il senso della musica etnica italiana ad un orizzonte mediterraneo, iniziando un nuovo lungo percorso musicale che lo porterà con particolare intensità in Africa.

Il suo viaggio prosegue oggi con “Da che Sud è Sud".

Informazioni

Data: Mer 7 Mar 2018

Orario: Alle 20:30

Organizzato da : IIC Rabat

In collaborazione con : MAECI

Ingresso : Libero


Luogo:

Théâtre National Mohammed V di Rabat

Autore:

Mohammed Hamza, IIC Rabat

749